FCA rimette in produzione i paraurti della Lancia Delta HF Integrale!

FCA in collaborazione con Mopar, attraverso il suo canale youtube, comunica che sono stati rimessi in produzione i paraurti della Lancia Delta HF Integrale. Ovviamente non si tratta di una produzione di serie su larga scala, ma utile ai possessori della mitica dominatrice dei rally. Sono state recuperate le apparecchiature originali, che potremmo definire degli stampi, che servivano a realizzare questi paraurti, sono stati riparati e rimessi in funzione.  La produzione avviene come allora e con gli stessi materiali.

 

Il video del finestrino rotto della Tesla Cybertruck

In questi giorni sta facendo il giro del mondo il video della presentazione dell’ultima nata in casa Tesla, la Cybertruck. Non solo per le particolari caratteristiche tecniche del mezzo ma soprattutto perché durante la presentazione Elon Musk ha voluto dimostrare la resistenza del vetro blindato della vettura. Leggi tutto “Il video del finestrino rotto della Tesla Cybertruck”

La barra delle applicazioni di windows è sparita? Ecco la soluzione

Anche a me è capitato, davvero non so come, di vedere la barra delle applicazioni di windows sparire. La soluzione è semplice, in qualche modo si è disattivato il blocco della barra o attivato il “nascondi la barra”. Per farla ricomparire basta muovere il cursore del mouse verso la parte bassa dello schermo e vedrete la barra comparire, a quel punto cliccate il tasto destro del mouse e selezionate “blocca la barra delle applicazioni”.

barra applicazioni

Se poi volete essere sicuri al 100% sempre dallo stesso menù selezionate proprietà e accertatevi che non sia impostato il “nascondi la barra automaticamente”

barra2

Luca Parmitano guida un Rover dallo spazio Video

L’ESA, European Space Agency ha pubblicato attraverso il suo canale youtube un video in cui mostra il nostro astronauta Luca Parmitano pilotare un Rover direttamente dalla base spaziale. Leggi tutto “Luca Parmitano guida un Rover dallo spazio Video”

Ecco perché siamo stati davvero sulla Luna

In questo video tratto dal CICAP fest del 2019 Paolo Attivissimo, giornalista che smonta le bufale, parla dello sbarco sulla Luna. Nel suo intervento sottolinea come in quel periodo non ci fosse la tecnologia per poter falsificare tutte le immagini e inoltre ci sarebbe stato un lavoro enorme per produrre tutte le registrazioni radio, i documenti etc. Insomma un lavoro immane che rende ancora più ridicole le teorie complottiste.

Come calcolare la percentuale

Calcolare la percentuale è importante sotto vari punti di vista anche se spesso crea confusione. Non c’è problema perché comunque è semplice. Ad esempio vuoi sapere come fare lo sconto? Se ad esempio un prodotto costa 50 € e a questo prezzo si deve sottrarre il 25% di sconto si deve moltiplicare:

50 X 25 = 1250

Il risultato va diviso per 100 quindi

1250/100 = 12,50€

Se invece si vuole fare il calcolo inverso, ad esempio calcolare una quota del costo totale si fa così.

12,50/50=0,25

Poi si moltiplica per 100. Infatti 0,25 X 100=25%.

FoamCutter Il taglia polistirolo da Futura Elettronica

Il sito Futura elettronica ha messo in vendita un interessante prodotto: il Foam Cutter. Tradotto in italiano tagliatore di polistirolo. Si tratta di una macchina che funziona sul principio di una cnc ed usa la tecnica del taglio a filo caldo. A cosa serve? Serve a ritagliare e creare delle sagome, disegni, scatole, scritte, loghi simboli etc. Tanti utilizzi che possono essere utili per varie esigenze professionali, io credo soprattutto artistici. Nella descrizione del video su youtube che hanno pubblicato informano che per disegnare i modelli da ritagliare hanno utilizzato un software open source che si chiama Inkscape che sicuramente andrò a scaricare ora che lo conosco.

Per controllare la taglierina viene utilizzato il software Repetier-Host che carica il G-code e esegue i comandi. La macchina infatti segue le istruzioni del g-code come le CNC.

e questo è il video dimostrazione dal loro canale

Lo sviluppo tecnologico e l’economia

Scrivo questo articolo perché sono sempre più rattristato dalla pochezza della nostra classe politica e di una certa fetta della classe produttiva. L’Italia è avviata da tempo ad un lento declino in cui la competitività delle nostre aziende e servizi è in picchiata. Ovviamente abbiamo alcune eccellenze, ma è il complesso che conta e non le eccezioni. La cosa che mi sorprende di più è il fatto che non si riesca a capire che non ci si può fossilizzare su sistemi produttivi che funzionavano in passato. Gli Stati che si considerano avanzati vanno avanti, prendono atto del fatto che le produzioni meno complesse dal punto di vista tecnologico sono le prime che vengono realizzate nei Paesi in via di sviluppo. Questo è un normale percorso verso la crescita che abbiamo affrontato anche noi. La logica vuole che dopo questa fase si passi a una produzione a maggior valore aggiunto, quindi prodotti o servizi più tecnologici e complessi dove non hai la concorrenza a basso costo dei Paesi meno ricchi. In Italia invece si cerca, in un continuo gioco al ribasso, di competere su produzioni a basso valore aggiunto con Paesi con una livello del costo del lavoro più contenuto. In quei Paesi il costo del lavoro è basso perché lo è anche il costo della vita e complessivamente non vivono meglio di noi, anzi.  Competere con loro significa abbassare i salari dei nostri lavoratori, ed è quello che si faceva quando si svalutava.  Politiche protezioniste sono assurde, se si vuole crescere si deve competere su livelli più alti e per fare questo si deve partire anche da una riforma della scuola.

Qui propongo un video molto esplicativo della questione dal canale Liberioltre.