Outback Mini RC 4WD Scaler 1:24 RTR

Il modellismo RC resta sempre uno dei miei interessi anche se l’avevo messo da parte. Di recente però ho visto questi mini RC scaler, molto carini e dal prezzo abbordabile rispetto ai modelli più grandi. Ho deciso allora di acquistare questo modello Outback Mini  Ranger 4WD Scaler 1:24 RTR. Devo dire che è anche più grande di quel che pensavo e mi ha pienamente soddisfatto. In questa mini auto radiocomandata gli ammortizzatori fanno il loro lavoro, le gomme morbidissime sono adatte ad aggrapparsi alle superfici per scalare con facilità. La durata della batteria ovviamente è quella che è e nel mio caso direi che sta sui 20 minuti di utilizzo continuo, ma potrebbe essere anche meno se usata con ancor più intensità. Il tempo di ricarica in ogni caso è abbastanza rapido e il cavo USB per ricaricare è ottimo. Questo modello è adatto a interni o esterni asciutti.

Ho realizzato un percorso  con i lego per testarne il funzionamento e questo è il video del  Mini RC  Outback Mini 4WD

 

Makeblock mBot Ranger per imparare a programmare un robot

Un modo divertente per imparare a programmare è usare dei piccoli robot come il  Makeblock mBot Ranger. Questo kit è facile da montare e può essere programmato usando scratch. Partirei proprio descrivendo quest’ultimo.

Scratch è un linguaggio e un ambiente di sviluppo creato dal MIT Media Lab per insegnare ai bambini ma anche ad adulti alle prime armi come si programma. L’ambiente di lavoro fornisce dei blocchi ognuno dei quali contiene una determinata istruzione. Ad esempio c’è il blocco “vai avanti di un tot di passi” e il blocco “quando premo il tasto invio”, unendo questi due blocchi ottieni che il personaggio o il robot avanza quando si preme il tasto invio. Questo è un esempio molto semplice con due dei tanti blocchi a disposizione. Combinando i vari blocchi si può programmare il robot che utilizza un programma derivato da scratch.

Makeblock mBot Ranger ha ben 6 sensori : sensore di luce, sensore ad ultrasuoni, seguace di linea, giroscopio, sensore di temperatura. La scheda madre deriva da Arduino e il kit di montaggio permette di costruire diverse versioni, dal cingolato al robot con le ruote. Se lo si vuole acquistare è presente su amazon Makeblock mBot ranger

 

ST. Moritz show dei droni luminosi di un Team svizzero

 

La tecnologia può mostrare anche lati artistici quando si abbina alle giuste idee. Una di queste occasioni è quando dei droni provvisti di LED vengono usati per creare spettacoli di luci che sostituiscono i fuochi d’artificio. Da qualche mese si stanno diffondendo sui social le immagini di questi fantastici spettacoli Leggi tutto “ST. Moritz show dei droni luminosi di un Team svizzero”

Freecad come fare un tubo stile tubo di scarico

Uno dei punti di debolezza del software Freecad è che non è possibile creare degli sketch 3d, ma c’è un trucco per realizzarli anche se in forme semplici. Il metodo è quello di agire sui piani xy, xz, yz e sulla funzione che permette di creare un collegamento tra lo sketch precedente e quello che si sta disegnando. Leggi tutto “Freecad come fare un tubo stile tubo di scarico”

Omino del calcio balilla a forma di Ironman!

Quante volte capita che uno dei giocatori del calcio balilla o biliardino si rompa! Come fosse un vero giocatore si cerca di riparare il suo infortunio con la colla, ma oggi grazie alle stampanti in 3d possiamo anche sostituirlo creando il nostro giocatore personalizzato. Il sito thingiverse dove utenti condividono gratuitamente progetti in 3d da stampare offre sempre delle chicche. Una è questa https://www.thingiverse.com/thing:1706059   un omino da calcio balilla con le fattezze di Ironman. Nella pagina si trovano le immagini del progetto e ovviamente tutti i file stl.

Chubbybots, bel canale youtube sui LEGO!

Ogni tanto mi piace suggerire qualche canale youtube che secondo me merita. Oggi propongo chubbybots un canale in cui un grande collezionista di LEGO mostra i suoi “MOC” ovvero delle modifiche apportate a prodotti di base. I mattoncini danesi sono fatti per questo, smontare e modificare dei pezzi preconfezionati. La cosa che mi piace di più di questo canale è che si concentra sui robot, modificandoli o creandoli da zero. Il canale, come spiegato nelle informazioni, non si pone come obiettivo di fornire dei tutorial, quanto di dare degli spunti e delle idee che poi ognuno può reinterpretare. Concordo molto con questa impostazione anche perché per fare un tutorial LEGO occorrerebbe specificare il codice di ogni pezzo, insomma un lavoro immane che non può essere contenuto in un video. Inoltre, come si può notare sullo sfondo dei suoi video, questo signore ha davvero tantissimi pezzi. Io non potrei costruire quello che fa lui perché non possiedo tutti quei componenti, ma comunque mi ispira ed è divertente vedere vari modi di creare robottini con articolazioni snodabili.

Lancia Delta HF Integrale Lego By Zeta Racing

In giro per youtube si trovano tanti “costruttori” che usano i mattoncini lego per creare modelli non prodotti dalla casa madre e in fondo questo è l’obiettivo di questo gioco che appassiona anche noi adulti. Questa è una bellissima riproduzione di una Lancia Delta integrale in livrea Martini realizzata da Zen Davide .

Impressiona la minuziosa precisione di ogni dettaglio fino ai freni a disco, il motore e il quadro sul volante.

Un canale youtube che suggerisco: In VOLO con ISSAM

In VOLO con ISSAM è un interessante canale di youtube sul modellismo dinamico che ho scoperto da poco e vorrei suggerire. Si occupa soprattutto di droni e fornisce recensioni e suggerimenti molto competenti e utili. Molte belle anche le prove di volo che mostrano il funzionamento di vari modelli di droni. Inoltre in alcuni video ha messo in palio l’oggetto mostrato nel video in un concorso con regole ben precise.

Ecco un video dal canale che mi è piaciuto molto

Modellismo dinamico

Il modellismo mi è sempre piaciuto e dopo i Lego Technic, sono passato ai modelli classici, già assemblati. Io non faccio corse e non intendo farne, mi piace semplicemente usarli per puro divertimento. Inizialmente ho acquistato un modello elettrico on road, economico, simpatico ma poco più che in giocattolo; l’ho venduto poco dopo. Poi sono passato a un modello 1/10 con motore a scoppio, off road. Non sapendo cosa aspettarmi di preciso ho preferito acquistarne uno di seconda mano, un CEN Premier 4, già vecchiotto quando l’ho preso, credo che siano passati 2 anni circa. Devo dire che sono abbastanza soddisfatto. Quando è fermo metto il suo olio e non mia ha dato problemi, anche se c’è da dire che non l’ho certo sfruttato al massimo. Di recente ho acquistato un nuovo motore e questa volta invece è arrivata la delusione, Il motore funziona niente da dire, ma con mia sorpresa la testata è avvitata con delle viti con testa stondata e a croce, molto dure, che non mi hanno permesso di smontare la testata stessa. Inoltre nei vari tentativi il cacciavite è slittato è ha rigato la testata creando qualche piccola scheggettina pericolosa per il motore. Il motore originario del CEN da 3 cc aveva delle perfette e comode brugole che stringevo il giusto. In verità funzionava ancora e richiedeva solo una nuova candela e l’avviatore a strappo che si era rotto. Cercando l’avviatore ho visto alcuni motori dotati di tutto e ho optato per l’acquisto del motore stesso, totalmente compatibile, da questo punto di vista perfetto. Un motore economico, non competitivo, ma come detto io non faccio gare. Certamente non mi aspettavo che si risparmiasse sulle viti! L’idea attuale è creare un telaio fatto da me per un modello elettrico. Si tratta di un’idea ancora molto vaga, non so se prenderà mai forma perchè non amo i motori elettrici, alla fin fine sono più complicati e occorre stare attenti con le batterie. la soluzione è acquistare una combinazione motore batterie ed elettronica da un modello già esistente ma la cosa mi toglie il gusto del fai da te.

Proprio ieri però cercando alcuni esempi di semplice telaio mi sono imbattuto nella Kyosho Tomahawk che è abbastanza semplice, ma mi è piaciuto molto il modello originale che è elettrico e la tentazione è forte.

20170108_153200a_snap

 

Lego Technic, passione alla frutta

Ormai sono diversi anni che acquisto Lego Technic e il processo è sempre lo stesso, vedo il nuovo modello, grande entusiasmo, ideali progetti di modifiche varie. Lo acquisto, lo monto, prende polvere per uno o due mesi sullo scaffale e quindi lo rivendo. Devo dire che il mercato di questi oggetti è sempre ottimo, vanno via quasi subito. L’ultimo acquisto è il Volvo EW160E che ho acquistato per via del sistema pneumatico. Purtroppo la parte elettrica è a parte per cui per muovere la benna occorre premere il pistoncino e non c’è neanche  il vecchio serbatoio d’aria. Come sempre per me il montaggio è la parte più divertente, 1166 pezzi, manuale sempre perfetto, ho impiegato diversi giorni ma solo perchè questa volta ho dedicato davvero poco tempo. Ora lo ammiro sullo scaffale. Credo che non facciano più al caso mio visto che ho virato sul modellismo, soprattutto sui modelli con motore a scoppio. La cosa che non mi piace è che dopo poche ore il braccio con la benna perde pressione e si abbassa, per il resto è un bell’oggettino per chi magari ci gioca. Ho fatto un piccolo video di bassa qualità.